Come funziona l’Ecobonus e chi può usufruirne?

Il Decreto Rilancio ha riconfermato la presenza dell’Ecobonus tra le agevolazioni fiscali di cui i cittadini possono usufruire quest’anno, ed è proprio quest’ultimo tra i tanti a risultare più interessante.

Stiamo parlando infatti di ristrutturare casa con lo scopo di migliorarne l’efficienza energetica al minimo della spesa. Sono tantissimi gli interventi eseguibili per raggiungere tale obiettivo, e come se ciò non bastasse anche i requisiti d’accesso risultano essere favorevoli per tutti.

Possono usufruire dell’Ecobonus i privati cittadini proprietari di 1 o 2 immobili, indipendentemente dalla loro categoria. La cittadinanza italiana non è indispensabile, come non lo è neanche la residenza fissa nel Paese.

Anche le associazioni e gli enti sportivi dilettantistici possono ristrutturare i propri complessi tramite l’Ecobonus, sempre con lo scopo di aumentare l’efficienza energetica di almeno due classi.

Infine, all’ultimo posto ma non per importanza troviamo i condomini. Questi ultimi possono sfruttare l’agevolazione solo per interventi su spazi comuni, come l’atrio o l’interno scala.

Leggi anche:  Decorazioni natalizie, palle di natale e tendenze del 2022

Per quanto riguarda la parte burocratica, visure pratiche e documenti elettronici potranno essere interamente gestiti da predeion.it, che lavora da anni in questo settore.

Migliori interventi da effettuare

ecobonus focusdomus

Ora che abbiamo chiarito in maniera dettagliata come nasce e chi può usufruire dell’Ecobonus, è giunto il momento di parlare in maniera altrettanto esaustiva degli interventi migliori da effettuare.

Al primo posto troviamo sicuramente il cappotto termico, che si rivelerà di grande utilità sia durante la stagione estiva, che nei mesi più freddi dell’anno.

Il cappotto termico, come il nome stesso ci permette di intuire, serve ad impedire la dispersione del calore fuori dal locale abitativo, ed altresì lo ripara dall’entrata di corrente e gelo.

Dopo il completamento del cappotto termico migliorerà drasticamente anche l’aria respirata in casa, che non verrà più inquinata dalle polveri presenti all’esterno.

Leggi anche:  Bocchettoni messicani: utile soluzione per balconi e terrazze

Se il cappotto termico non fa al caso vostro, potete optare per la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale o della pompa di calore, ottenendo anche questa volta grandissimi miglioramenti sotto il punto di vista del dispendio energetico, che sicuramente si faranno sentire nella bolletta di fine mese.

Infine è accessibile anche la coibentazione del tetto, che migliorerà l’isolamento termico di quest’ultima parte andando a bloccare anche l’inquinamento acustico.

Un intervento quasi indispensabile per tutte quelle abitazioni poste in zone ospedaliere e aeroportuali, dove il traffico aereo non cessa quasi mai.

Interventi trainanti, quali sono?

Dopo i lavori centrali visti in precedenza passiamo alla scoperta degli interventi trainanti, che servono a completare lo sfruttamento dell’Ecobonus. Tra i lavori trainanti al primo posto troviamo la sostituzione degli infissi.

Gli infissi rappresentano una componente fondamentale delle nostre case, tant’è che risulterebbe inutile procedere con l’installazione del cappotto termico o la coibentazione del tetto senza sostituire anche le vecchie finestre che permettono ad agenti esterni di penetrare facilmente all’interno.

Leggi anche:  Fare il presepe con il tuo bimbo

Successivamente abbiamo l’installazione di pannelli fotovoltaici e colonnine di ricarica per veicoli elettrici. L’energia rinnovabile e quella elettrica stanno prendendo il sopravvento, e questa potrebbe essere l’occasione giusta per fare il salto di qualità al minimo della spesa.

Un impianto fotovoltaico è in grado di garantirci la quasi totale indipendenza dalla rete elettrica tradizionale, portandoci ad un risparmio sulla spesa davvero incredibile. Lo stesso discorso vale per l’installazione di una colonnina di ricarica.

Nel nostro Paese sfortunatamente sono ancora pochi i comuni adeguatamente attrezzati per la ricarica dei veicoli elettrici, e scegliendo questo intervento trainante potremo finalmente levarci il pensiero di rimanere a piedi da un momento all’altro.

Questo è l’Ecobonus messo a disposizione dal Governo del quale è possibile usufruire immediatamente, non vi rimane che scegliere i migliori interventi che più si addicono alle vostre esigenze e mettervi all’opera!