Ci sono momenti in cui si prova il bisogno (e a volte la necessità) di ristrutturare gli ambienti domestici e magari di apportare dei cambiamenti significativi.

La nascita di un figlio è un ottimo motivo per reinventare le stanze e progettare casa per andare incontro alle esigenze dei più piccini, utilizzando in modo intelligente gli spazi a disposizione (soprattutto in caso di appartamenti piccoli).

La prima cosa da fare è trovare lo spazio adeguato per allestire la cameretta: per questo ambiente, la funzionalità deve averla vinta sul design ed è importante scegliere mobili pratici, di materiali naturali e facili da tenere puliti.

Una casa a prova di bambini richiede di seguire alcune semplici regole per evitare i piccoli incidenti domestici, il tutto senza dover rinunciare allo stile.

Arredamento? Alcuni mobili vanno cambiati

I bambini piccoli corrono e giocano per casa senza badare agli ostacoli che trovano, pertanto tocca agli adulti mettere in sicurezza la casa.

I mobili con troppi spigoli appuntiti vanno sostituiti con delle forme rotonde, dal design moderno, fluido e comunque elegante: in questo modo gli ambienti saranno piacevoli da vedere, ma completamente sicuri. In particolare, i tavolini bassi rettangolari possono essere particolarmente pericolosi (soprattutto quelli di vetro): meglio toglierli oppure sostituirli con qualcosa di più rotondo.

Anche i divani e le poltrone devono essere in materiali morbidi e imbottiti su tutti i lati, per dare un aspetto accogliente alle stanze; via libera a pouf, cuscini da pavimento, sgabelli in tessuto e poltroncine che il bimbo potrà usare quando inizierà a camminare.

Come rendere gli spazi divertenti e colorati

A volte i bambini piccoli hanno la tendenza a trasformare ogni stanza della casa nella loro personale camera dei giochi. Per evitare questo scenario, bisogna creare degli angoli dedicati al gioco all’interno del soggiorno o del salotto. Questi spazi devono contenere mobiletti in plastica o legno, giocattoli e lavagnette per il bimbo; se si vuole creare una separazione dal resto dell’ambiente, conviene posizionare uno scaffale oppure una tenda.

Leggi anche:  Come scegliere la rete per il materasso matrimoniale e singolo

Molti bimbi amano giocare a terra, ma alcuni pavimenti eleganti (come il marmo) sono troppo freddi per le sessioni di gioco. Per tenere il bimbo al caldo senza dover rifare il pavimento (magari scegliendo il parquet), bisogna acquistare dei tappeti morbidi, colorati e di design da lavare e aspirare velocemente all’occorrenza. 

Trucchi per evitare il disordine

Spesso i bimbi più piccoli non sono infastiditi dal disordine e tendono a lasciare giocattoli e libretti in giro; tuttavia, secondo il metodo Montessori, i bambini dovrebbero vivere in ambienti puliti, ben organizzati e ordinati nei quali accedere velocemente a tutto ciò che desiderano per giocare. Se necessario, aggiungere anche delle piccole scale da spostare all’occorrenza per permettere al bambino di raggiungere le superfici più alte

Per evitare che il disordine si accumuli, conviene aggiungere nelle zone preferite del bimbo una serie di contenitori, mensole e scatole che il piccolo possa raggiungere facilmente senza buttarsi addosso qualcosa di pesante.

Leggi anche:  Quale stile per il bagno: classico o moderno? Guida alla scelta

Per proteggere le pareti da disegni e scarabocchi, conviene posizionare delle lavagne o delle superfici lavabili negli spazi dedicati al gioco, in particolare nella parte bassa del muro.

An.ArredamiCasa partecipa al programma di affiliazioni di Amazon, ricevendo un guadagno dagli acquisti idonei.