Oggi parliamo di cementite per legno. Vedremo le caratteristiche e come utilizzare al meglio la cementite su legno.

La cementite per legno è un ottimo prodotto per trattare il legno grezzo e prepararlo alla verniciatura ed é indispensabile per ottenere superfici lisce e ben levigate. Esistono tipi diversi di cementite, quelle per legno appunto oppure per i muri. La cementite per legno la si può trovare ad acqua o a solvente.

La cementite é normalmente commercializzata nei negozi di ferramenta e nei colorifici.

In questo articolo mostreremo come si usa e le differenze tra la cementite ad acqua o a solvente e quando sceglierla bianca o magari, se ne avete necessità per via di colori alle mura particolari, anche la cementite colorata.

Utilità della cementite

cementite legno

E’ un materiale gessoso e coprente che aiuta a togliere eventuali irregolarità della superficie. La cementite per legno crea uno strato omogeneo e liscio pratico per dare inizio poi alla stesura del colore (puoi anche optare per passare un fondo con la cementite colorata).
Per lo stesso scopo lo usano anche in muratura merito al suo potere coprente da per certo la cancellazione di ogni traccia non gradita alla vista.

Leggi anche:  L'importanza dell'altezza piani cucina e delle regole nelle misure della cucina

Questo prodotto si può applicare con il rullo, a pennello oppure a spruzzo e sui muri in caso di infiltrazioni di acqua, aloni e macchie.

Tipologie di cementite

Sono due le tipologie in commercio: cementite all’acqua o con un solvente a base di oli.
Quella all’acqua è la più consigliata perché non sprigiona sostanze tossiche, garantisce ottimi risultati e anche la pulizia dei pennelli a fine lavoro è più facile. Che sia ad acqua o meno, la cementite per legno ha davvero un ottimo risultato.

Cementite all’acqua

E’ il trattamento perfetto per i lavori che non sono soggetti alle intemperie: dopo aver passato la cementite all acqua è bene usare lo stesso fondo anche per la finitura. Un avvertenza è quello di non mescolare un prodotto all’acqua con uno a solvente per un lavoro ben fatto. Possiamo usare questa cementite su legno? SI.

Cementite a solvente

caratteristiche della cementite per legno

In genere é quella che contiene acqua ragia o un altro tipo di diluente sintetico. Si vende solo nei negozi specializzati ma è un prodotto meno utilizzato rispetto a quella ad acqua.
Lo usano quando si trattano materiali che sono sottoposti agli agenti atmosferici perché ha un effetto più duraturo.
E consigliabile che se si applica la cementite a solvente è bene che anche il fondo venga trattato con finitura a solvente per non ottenere risultati spiacevoli. Possiamo usare questa cementite su legno? SI.

Leggi anche:  Marmo, perché è sempre più utilizzato dagli architetti?

Cementite spray, bianca o colorata

Si vende con colore bianco, ma se é indispensabile colorarla allora meglio un tintometro ma bisogna sapere che i colori che si otterranno saranno piuttosto tenui.

Esistono in vendita anche tipi di cementite per legno spray ma gli addetti ai lavori assicurano risultati migliori per il prodotto se applicato a rullo o a pennello. In effetti visto che é un prodotto denso e coprente, la versione di cementite spray coprirà la superficie in maniera più leggera.

E obbligatorio atomizzarla con più passaggi per ottenere lo stesso risultato di una stesura a pennello o a rullo.

Quando si usa una spruzzatrice professionale è migliore il lavoro eseguito perché si procurerà una copertura omogenea e più facile sarà la carteggiatura seguente. Esiste una versione di cementite spray per legno? SI.

Modalità di applicazione della cementite su legno

cementite per legno

Quando si sceglie con quale strumento stenderla occorre passare ad una prima applicazione del prodotto con una mano piuttosto leggera e liquida. Attendiamo un po’ il tempo che si lascia asciugare bene e poi si carteggia con la carta abrasiva a grana 100.

A seguire è bene applicare un altro strato di cementite, attendere l’asciugatura e carteggiare questa volta con un foglio più fine, tipo grana 220. Facendo cosi siamo sicuri di un lavoro ben fatto e avremo una superficie liscia e perfetta. Alla fine per completare tutto sarà sufficiente trattare il legno con carta smeriglio e a questo punto si può proseguire con la tinteggiatura, che risulterà impeccabile e uniforme.

Leggi anche:  Il significato dei simboli sulla lavatrice

L’uso della cementite per legno è basilare sulle tavole di compensato in quanto consente un’ottima applicazione per gli smalti di finitura e le vernici acriliche. Garantisce un aspetto piacevole al legno e una gradevole sensazione al tatto e lo fa diventare anche impermeabile all’assorbimento delle vernici.

La cementite per i muri

Altro prodotto molto utilizzato è la cementite bianca per muro. In tanti credono che serva per eliminare le macchie di muffa dai muri e che il suo impiego eviti la fuoriuscita di muffe e sia efficace nel rimuovere quelle esistenti.

La verita é che si usa per rimettere a nuovo pareti in cui l’intonaco si sfoglia a causa di pitture preesistenti come base fissante.
Il suo impiego copre le macchie sulle pareti, soprattutto quelle dovute a infiltrazioni di acqua.

La cementite ha parecchi usi e si può trovarla sotto forma di spray all’acqua, a solvente e anche in polvere. Un prodotto economico che permette di realizzare lavoretti artigianali oppure adoperarla nella versione specifica per lavori di muratura.

Se ti è piaciuto questo articolo sulla cementite per legno, leggi anche il nostro articolo sulla sanificazione parquet o sull’importanza dell’altezza piani cucina.

Approfondisci qui se vuoi ancora informazioni sulla cementite per legno.